5 Banche Russe Sotto Attacco, chiesto riscatto in bitcoin

Cinque banche russe hanno subito un attacco DdoS, secondo Artyom Sychev, vice Direttore del General Directorate of Security and Information Protection della Banca Centrale Russa.

5 Banche Russe Sotto Attacco, chiesto riscatto in bitcoin

Cinque banche russe hanno subito un attacco DdoS, secondo Artyom Sychev, vice Direttore del General Directorate of Security and Information Protection della Banca Centrale Russa.

Estorsioni in Bitcoin

Tuttavia, il regolatore aveva avvertito le banche in anticipo dell'attacco previsto il 26 Settembre.

“I canali di controllo hanno ricevuto informazioni relative ad un attacco verso alcuni importanti istituti finanziari”, ha detto Sychev. “Abbiamo contattato le banche dando loro i dettagli sulle modalità di attacco.”.

La banche hanno avuto la possibilità di ridurre i danni e l'attacco non ha influenzato operazioni e servizi bancari. Tuttavia, dopo l'attacco, diverse banche hanno ricevuto un'email contenente minacce e richieste.

“Per prevenire atti di questo genere in futuro, gli estorsori chiedono l'invio di soli 50 BTC al loro wallet bitcoin,” ha detto un portavoce della Banca Centrale.

Tuttavia, Sychev ritiene che il piano criminale mirasse a destabilizzare le banche e scatenare il panico tra i clienti, piuttosto che estorcere un riscatto in bitcoin.”

Banca Centrale Russa

BitRouble o Carcere

Di recente, la cryptocurrency sono state sotto i riflettori in Russia dopo l'annuncio del piano di Qiwi per lanciare BitRouble. Tuttavia, il 25 Settembre il Ministero delle Finanze della Russia (MinFin) ha proposto modifiche alla legge sulle cryptocurrency che aumenterebbero le sanzioni con fino a 2 anni di carcere per l'emissione di moneta digitale.

In base alla nuova proposta di legge, l'acquisto, la vendita e la distribuzione di cryptocurrency sarebbe punibile con multe di 300.000 rubli (~US$ 4.500) o fino a 360 ore di lavoro correttivo. Inoltre, la multa sarà maggiore (500.000 rubli (~US $ 7.623)) per le aziende e le organizzazioni che infrangono la legge.

Gli attacchi informatici, stanno diventando una vera e propria minaccia per le imprese e le banche russe. Già nel mese di luglio, CoinTelegraph ha riportato come alcuni hacker siano riusciti a rubare informazioni su oltre 300.000 clienti della Bank Saint Petersburg per poi tentare di rivenderle per 500.000 dollari in bitcoin. Inoltre il mese scorso, qualcuno si è introdotto nell' account di posta elettronica della stella del calcio Alexander Kerzhakov, nel tentativo di vendere 904 email per almeno 40 bitcoin (~ US $ 9.000) ad un' “asta privata”.