Cosa sono i Colored Coins?

Il settore dei colored coins si sta scaldando grazie alla start-up Colu che ha raccolto $2.5 milioni da grandi investitori come Aleph, Spark capital e BoxGroup.

Cosa sono i Colored Coins?

Il settore dei colored coins si sta scaldando grazie alla start-up Colu che ha raccolto 2.5 milioni di dollari da grandi investitori come Aleph, Spark capital e BoxGroup.

La crescita in questo ambiente non è stata priva d'innovazione. Start-up come Shocard, che mira a sostituire gli obsoleti processi bancari e GetGems – la piattaforma di social media basata su blockchain, provano l'esistenza di nuovi e molteplici utilizzi immediati della blockchain che vengono scoperti ogni giorno.

In un recente lavoro intitolato “Watermarked tokens and pseudonymity on public blockchains”, Tim Swanson di R3CEV ha evidenziato i principali punti deboli nell'utilizzo dei colored coins. Secondo la ricerca, gli utenti dei colored coins dovrebbero inevitabilmente affrontare problemi di scalabilità immensi che si potrebbero risolvere con la costruzione di blockchain private.

Tuttavia, per diverse start-up bitcoin che sperano di rilasciare MVP, ma non dispongono del capitale necessario a costruire la propria blockchain privata, i colored coins potrebbero essere un ottimo primo passo per l'emissione di asset sulla blockchain.

Per rendere meglio l'idea del processo, ecco un breve chiarimento sui “Colored Coins”:

1) Cosa sono i Colored Coins?

  • Colored Coin (aka token) = Bitcoin + Color Layer.
  • Fondamentalmente, il bitcoin viene usato come meccanismo di transazione.
  • Vengono poi aggiunte una serie di regole chiamate “color kernel” che si allacciano a Bitcoin associando ad esso alcune proprietà e creando un “Colored Coin”.

2) Come funzionano i Colored Coins?

  • Colored Coins era in origine un trucco per aggirare la regola del consenso pubblico della rete blockchain e consentire l'emissione di asset off-chain.
  • Questo grazie all'aggiunta di un 4° layer alla blockchain di bitcoin.

I layer della blockchain bitcoin sono:

1 Layer: Rete

2 Layer: Consenso

3 Layer: Transazione

4 Layer: Watermark (Colore)

  • Questo “watermark” viene creato tramite codice proprietario ed eseguito grazie all'uso delle UXTO:Unspent Transaction Output, cioè le unita bitcoin monitorate sulla blockchain che possono rappresentare un valore esterno, ad esempio oro o certificati di proprietà.
  • Questo watermark consente di trasferire un asset off-chain attraverso la blockchain.
  • In poche parole, il protocollo colored coins consente alla blockchain di andare oltre la semplice registrazione dei trasferimenti di uno specifico asset on-line (Bitcoin) e tenere traccia della proprietà di diversi beni come nel nostro caso l'oro.

3) Provider di servizi colored coin

I principali contendenti sono:

  • Colu
  • Coinprism
  • CoinSciences

4) Alternative

Le principali alternative ai colored coins per l'emissione di asset sono:

1. Blockchain Private: Ethereum

2. Sistemi di consenso: Counterparty e Omnilayer