La cancellazione di un ordine su Gemini.com potrebbe essere ingiustificata

Il 14 Novembre, il personale dell'exchange Bitcoin Gemini.com ha cancellato una transazione avvenuta poche ore prima sui loro sistemi. Il 20 Novembre, CoinTelegraph ha ricevuto una email di denuncia da parte di Mike Miecke, un utente coinvolto nella transazione.

La cancellazione di un ordine su Gemini.com potrebbe essere ingiustificata

Il 14 Novembre, il personale dell'exchange Bitcoin Gemini.com ha cancellato una transazione avvenuta poche ore prima sui loro sistemi. Il 20 Novembre, CoinTelegraph ha ricevuto una email di denuncia da parte di Mike Miecke, un utente coinvolto nella transazione.

Il corrispondente di Cointelegraph ha dedicato quasi 2 settimane per investigare sulla storia. Questo è il risultato.

L'inizio

Riassumendo l'evento, il 13 Novembre, Mike ha piazzato un grande ordine di vendita Bitcoin

a diversi livelli di prezzo fino ad un massimo di 2,200 $ per Bitcoin. L'operazione è stata chiaramente atipica in quanto il valore medio di scambio in quel momento si attestava a quota 340 $ circa.

Con questa transazione Mike ha guadagnato quasi 6 BTC per ogni Bitcoin venduto.

É stato forse un errore di digitazione? La mano è scivolata sul tasto del mouse? Non possiamo saperlo, ma sicuramente non è colpa di Mike.

L'operazione è stata processata, non c'era nessun malfunzionamento del sistema e tutto sembrava andare bene.

Per dirla in parole povere: era unicamente un errore del compratore, come poi confermato dai dirigenti Gemini.

Nonostante questo, poche ore dopo, la transazione è stata annullata..

Discrepanze tra i termini di uso di Gemini e le azioni della compagnia

Mike afferma che secondo i termini di licenza (TOL) di Gemini, non avrebbero potuto farlo.

Di fatto, la transazione era andata a buon fine, l'acquirente aveva ricevuto i fondi e il (presunto) sistema di controllo degli ordini anomali non l'aveva bloccata.

Mike spiega che il TOL di Gemini:

“Lascia pensare all'utente che in caso venga creato un ordine anomalo sul mercato il cui limite passi le quotazioni normali, verrebbe immediatamente segnalato un errore e come tale preso in carico dal personale per ulteriori conferme. Uno scenario in cui si presenta una situazione del genere, è rappresentato da un utente che vuole creare un ordine di acquisto a 220 €, ma accidentalmente mette uno zero in più. Indipendentemente da quanti Bitcoin si sia cercato di comprare o che tipo di transazione (market/limit) si volesse fare, i controlli di conformità automatizzati di Gemini avrebbero dovuto intercettare questo scambio in quanto l'utente ha creato un ordine anomalo al di fuori del prezzo corrente della piattaforma e sarebbe dovuto essere sottoposto a conferma manuale da parte dello staff. Nei loro termini di servizio, Gemini non indica questa situazione come possibile causa per una cancellazione della transazione e non si assume alcuna responsabilità nei confronti delle parti”.

Gemini Founders

Nella sua relazione pubblica, Mike spiega in dettaglio gli eventi, inclusi i contatti con l'help desk di Gemini, lamentando lunghi tempi d'attesa e il non aver mai ricevuto una email firmata da qualcuno: si parlava di “Gemini” in generale. É come parlare con un fantasma e alla fine ti ritrovi davanti un muro: non si può incolpare nessuno per false dichiarazioni o per eventuali errori futuri.

Mike menziona anche il fatto che in una email, Gemini ha scritto che l'evento è stato causato esclusivamente da un errore dell'utente, ma nel TOL non è menzionato nessun provvedimento in casi come questo:

“Nel TOS è specificato chiaramente che l'unico caso in cui è ammessa la cancellazione di una transazione è nel caso di un errore del sistema (lag, errori, malfunzionamenti vari). Al momento dello scambio in causa, il meccanismo e motore degli scambi di Gemini non aveva nessun malfunzionamento/interruzione/lag/ecc, ma l'ordine compilato per 2,200 € è stato effettuato a causa di “un errore del cliente”, come ammesso nella email di Gemini."

"Ci sono persone concordi con le decisione di Gemini per i motivi che questi scambi causano “gravi problemi all'attività”. O che le “cancellazioni di uno scambio avvengono spesso sul mercato azionario” per rispettare le regole SEC. Tuttavia, non riesco a trovare documentazione specifica per le cancellazioni in situazioni come questa.”

Sembra che le condizioni specificate nel loro TOL non permettessero di cancellare la transazione e mentre in questo momento staranno probabilmente aggiornando il documento, Mike potrebbe comunque essere dalla parte del giusto.

Il Parere Dell'Esperto

Per scavare più a fondo nella questione, abbiamo contattato Stefano Debolini, associato allo Sheridan Law Practice di Londra, esperto in EULAs, Term Of Use, Software As A Service e questioni correlate, ma il caso non sembra semplice.

“È certamente una questione complessa. In primo luogo, come hanno detto alcuni, ci sono numerose esclusioni di responsabilità da parte di Gemini, forse sufficienti a limitarne la responsabilità nel caso in cui non prendere provvedimenti avesse potuto dar luogo a violazioni di contratto o altre condizioni. La legge può anche intervenire in determinate situazioni in cui un errore appare chiaro, riconoscibile e prontamente sfruttato per annullare un contratto. Ad esempio, ci sono casi in cui i venditori hanno ricevuto accidentalmente delle cospique offerte a peso piuttosto che per il singolo oggetto o in cui lo staff ha confuso i prezzi, in alcuni casi i tribunali hanno cancellato le transazioni. Tuttavia, questa è una situazione un po' diversa, in cui la domanda è se la responsabilità sia del gestore della piattaforma piuttosto che delle controparti e se nei termini è prevista la possibilità di invertire certe transazioni (cosa possibile ma non chiara in questo caso).”

Stefano Debolini -- Sheridans Law Pratice

Inoltre, il problema potrebbe complicarsi ulteriormente in quanto le leggi internazionali potrebbero incidere su diversi fattori:

“Le leggi sono diverse tra Stati e Paesi e ogni incidente dev'essere considerato in questo contesto. Quando si tratta di servizi finanziari e di altri settori regolamentati, esistono altri vincoli e regolamentazioni speciali che bisogna tenere a mente. Quindi, non è possibile dare una netta interpretazione in poche righe. Ciò che è chiaro è che questo fatto avrà un impatto sulla reputazione di Gemini. Alcuni hanno sostenuto che le condizioni d'uso di Gemini non sono chiare quando si tratta di cancellazione delle transazioni, mentre altri sostengono che un utente esperto riconoscerebbe subito questo ordine di acquisto come un errore e sarebbe quindi irragionevole aspettarsi che venga eseguito. Qualunque sia il vostro parere, esiste la possibilità di danno all'immagine del brand, anche se sul lungo periodo potrebbe essere un'occasione per adottare misure atte ad aumentare la fiducia verso la piattaforma. In ultima analisi, le imprese devono prendersi cura di gestire le aspettative e, a mio parere, gli ordini apparentemente accidentali come questo sono un rischio che vale la pena menzionare esplicitamente nei propri termini di servizio."

Sembra che come minimo il TOL di Gemini fosse poco chiaro o incompleto.

Incompleto

Abbiamo contattato Gemini via email per farci raccontare il loro punto di vista sull'accaduto. Ha risposto un rappresentante e abbiamo comunicato le informazioni sul caso. Ma dopo più di una settimana di attesa e sollecitazioni, non abbiamo ricevuto una risposta.

Dalla storia di Mike e da questi giorni e i giorni di silenzio successivi sembra davvero che il personale di Gemini non abbia avuto tempo o desiderio di trattare decentemente questo caso. Che siano così carichi di lavoro?

In ogni caso, a parte il procedimento giudiziario che dovrà decidere infine sull'evento che ha coinvolto Mike, la questione è di carattere morale: se c'è stato un errore da parte dell'acquirente considerate giusto cancellare lo scambio?

Osservando da un altro punto di vista, non si potrà mai impedire alle persone di fare “giochi” per ingannare i sistemi, ed è perfettamente normale. La piattaforma di trading in sè, dopo tutto,premia il più astuto sulla piazza: se vi scivola il dito sul mouse, vi tenete il vostro errore e le sue conseguenze.